Vivi la Sicilia

Le Madonie

Sono una breve dorsale montuosa e costituiscono una delle aree di fondamentale importanza per l’approvvigionamento idrico di Palermo e di buona parte della sua area metropolitana.


Locazione

Le Madonie sono poste nella parte settentrionale della Sicilia, interamente compresa nella città metropolitana di Palermo. Si trovano ad ovest dei Monti Nebrodi e dei monti Peloritani. Questi ultimi sono compresi nella città metropolitana di Messina.

Questi tre gruppi montuosi formano l’appennino siculo. Il gruppo è costituito, nella sua parte centrale, da un altopiano carsico che comprende le vette più alte della Sicilia dopo l’Etna.

Le Madonie sono l’ultima catena montuosa dell’Appennino Siculo (che a sua volta fa parte dell’Appennino Meridionale) e segnano, quindi, la fine degli Appennini.

Origine

Prendono il nome dal feudo di Madonia, proprietà dei marchesi Crescimanni, uno dei feudi che ai tempi insisteva su parte del territorio di proprietà della famiglia La Farina nobile di Palermo.

Geologicamente la catena si è strutturata negli ultimi 20 milioni di anni attraverso la sovrapposizione di unità bacinali carbonatico e carbonatico silicoclastiche, derivati dalla deformazione del dominio Imerese e di unità calcareo-dolomitiche di piattaforma carbonatica derivati dalla deformazione della piattaforma panormide.

Il torrente Castelbuono solca le Madonie, dividendo quelle meridionali da quelle nord occidentali, attraverso un percorso che da sud si dirige a nord per poi deviare verso est e sboccare infine nella fiumara Pollina.

Clima

Diversamente dal resto della Sicilia, gli inverni sono più lunghi e rigidi con temperature talvolta inferiori a -10 °C, ed estati calde ma non afose.

La neve cade abbondante sopra i 900-1000 metri. Sopra i 1800 m in alcune grotte chiamate “neviere” è possibile trovare la neve anche in piena estate.

Il Parco delle Madonie

Si tratta di un’area naturale protetta che ospita oltre la metà delle specie vegetali siciliane, e in particolare gran parte di quelle presenti solo in Sicilia (come l’Abies nebrodensis in via di estinzione).

La fauna presenta invece tutte le specie di mammiferi e oltre la metà delle specie d’uccelli e invertebrati siciliane.

Notevoli sono anche le peculiarità geologiche, al centro di studi e ricerche durati decadi.
Proprio per l’interesse geologico è stato inserito a partire dal 2003 nel network European Geopark a cui aderiscono più di venti parchi geologici europei e non.

Image

Scopri le Madonie

Cosa vedere

Le gole di Tiberio sono un piccolo canyon naturale ricadente nel Parco delle Madonie in Sicilia. Si trovano lungo il fiume Pollina a circa dieci chilometri di distanza dalla foce di esso, il Mar Tirreno.

Nel loro complesso, le Gole si stagliano per circa 450 metri lungo il fiume Pollina, mentre le pareti possono raggiungere fino i 50 metri d’altezza e le acque possono toccare gli 8 metri di profondità massima.
Lungo le rocce, molto allisciate, è possibile imbattersi in alcuni fossili di gasteropodi e anche in numerose fessure nidificate da diverse specie di uccelli a pelo d’acqua.

Nella parte iniziale, alcune rocce sembrano prendere sembianze antropomorfe, che hanno dato adito alla tradizione orale secondo l’esistenza di un “mostro” (il guardiano del luogo, imprigionato da spiriti malvagi).
A metà percorso è presente un grande masso che veniva utilizzato come passaggio segreto dai briganti, i quali si narra avrebbero nascosto un leggendario tesoro tra gli anfratti.

Le rocce di natura calcarea si sono formate a partire dal Triassico superiore, più di 200 milioni di anni fa, mentre la comparsa del fiume, il sollevamento e la distanziazione di esse, iniziati nel Miocene, si è completato circa due milioni di anni fa. Di origine fluvio-carsica, lungo le pareti sono visibili morfologie legate all’azione fluviale e al carsismo.
In quanto ricadenti nel Parco delle Madonie, sono state riconosciute dall’UNESCO come uno dei siti Geoparks Network e classificate come G4 nella relativa guida geologica e di rilevante interesse geomorfologico e paesaggistico.

Image

Cose da fare

Locata nel Parco delle Madonie, la Zipline madonita è lunga 1600 metri con un dislivello di 260 metri, il punto di partenza è posto a 925 metri d’altezza e quello di arrivo a 669 metri, l’altezza massima della fune supera i 170 metri.

La velocità massima raggiunta è di circa 130Km/h. La Zipline madonita è l’unica in Italia ad essere posta a quasi 1000 metri e ad avere come cornice naturale di fronte il mare, con un panorama mozzafiato che va dai 2000 metri delle montagne delle Madonie fino a quelle dei Nebrodi, offrendo lo scenario mozzafiato di alcune delle isole delle Eolie nel messinese e di Ustica nel palermitano.

La Zipline Sicilia è un tuffo selvaggio verso il mar Tirreno tra le province di Palermo e Messina lungo la vallata del fiume Pollina, tra boschi naturali di querce, lecci, ulivi secolari e unico sito al mondo in cui si continua ad estrarre la manna dal frassino. Vallata che vanta origini geologiche antichissime, a circa 150 milioni di anni fa risale infatti il sopracitato Gole di Tiberio, e da un punto di vista storico punto d’incontro tra la cultura sicula, greca, punica, romana e normanna.

Image

Ti potrebbe interessare anche uno di questi 3 prodotti

Qui link a un prodotto correlato