Top
La canoa o kayak, il primo mezzo di trasporto dell'uomo - Sicily by Sicily - Tour Operator
fade
5691
post-template-default,single,single-post,postid-5691,single-format-standard,mkd-core-1.1.1,mkdf-social-login-1.2,mkdf-tours-1.3.1,voyage child-child-ver-1.5.1507639197,voyage-ver-1.5,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-breadcrumbs-area-enabled,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,mkdf-fullscreen-search,mkdf-fullscreen-search-with-bg-image,mkdf-search-fade,mkdf-medium-title-text,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
Sicily by Sicily - Tour Operator / Non categorizzato  / La canoa o kayak, il primo mezzo di trasporto dell’uomo
kayak
18 Feb

La canoa o kayak, il primo mezzo di trasporto dell’uomo

Cos’è un kayak?

Il kayak è una tipologia di canoa. A differenza delle canoe classiche tuttavia, essa è stata concepita per l’uso in propulsione e manovra di pagaia a doppia pala, differentemente dalla tipica versione singola.

La storia

Quest’imbarcazione fu ideate dalle popolazioni artiche ed utilizzato per sezioni di caccia e trasporto su fiumi e corsi d’acqua. Modellato per essere veloce e silenzioso, consentiva all’utilizzatore di recuperare dopo un ribaltamento senza dover uscire dall’imbarcazione.

Infatti, il kayak si “indossa”. L’imbarcazione doveva adattarsi alle misure dell’utilizzatore, essere un prolungamento fisico e spirituale di esso.

 

Velocità e manovrabilitàkayak

Velocità e manovrabilità sono influenzate molto dalla lunghezza, infatti un kayak lungo avrà una velocità maggiore, ma più difficoltà a virare. Diversamente, uno più corto avrà più manovrabilità, ma sarà meno veloce.

Inoltre, se su lunghe distese d’acqua si preferiscono  kayak lunghi, per percorrere più velocemente i tratti, su fiumi o torrenti si punta più su modelli corti, favorendo la manovrabilità affidando la velocità alle spinte della corrente.

 

Forma dello scafo

Il disegno dello scafo è suddiviso in diverse categorie, basate sulla forma da prua a poppa e sulla forma della chiglia laterale.

L’assenza di un fondo modellato a V, anche solo parziale, incide sulla stabilità direzionale e per converso sulla manovrabilità. Viceversa, con un fondo a V la direzionalità migliora, a scapito della manovrabilità.

La scelta di progettazione dei suddetti fattori incide sulla resistenza al rollio e su quella al ribaltamento. Infatti, seppure tutti i kayak ondeggino, kayak più ampi, con linee di galleggiamento più lontane rispetto all’asse centrale, presentano maggior resistenza al rollio, sembrando avere meno probabilità di ribaltarsi rispetto a kayak più stretti con linee di galleggiamento più prossime all’asse centrale. Le barche a fondo piatto trasmettono la sensazione di esser più stabili rispetto a quelle a fondo arrotondato o a V che, di contro, presentano un galleggiamento più uniforme.

 

 Torna agli articoli

SicilybySicily
Barcellona Pozzo di Gotto

No Comments

Leave a Reply: