Top
Giro dei due mari - Sicily by Sicily - Tour Operator
fade
3468
page-template-default,page,page-id-3468,mkd-core-1.1.1,mkdf-social-login-1.2,mkdf-tours-1.3.1,voyage child-child-ver-1.5.1507639197,voyage-ver-1.5,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-breadcrumbs-area-enabled,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,mkdf-fullscreen-search,mkdf-fullscreen-search-with-bg-image,mkdf-search-fade,mkdf-medium-title-text,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

GIRO DEI DUE MARI

Livello di difficoltà: 10/10.

 

Distanza: 180,2km

 

Dislivello: 3.234m

 

Tempo in movimento: 7:48:46

 

Calorie stimate: 4.605

 

Mappa geografica

Altimetria

Descrizione

Giro molto impegnativo per la distanza e le ore necessarie (circa 8). Dopo un tratto di pianura si giunge alla prima salita, il Colle San Rizzo: salita media di circa 9,3 km con una pendenza media del 5%.

Segue discesa per raggiungere la città di Messina, poi circa 50 km di “pianura” con alcuni strappi impegnativi costeggiando lo Stretto di Messina in direzione Nord -> Sud con possibilità di vento e conseguentemente aumento della difficoltà in caso quest’ultimo dovesse essere laterale o contrario.

Segue lunga salita di circa 25 km passando per le Gole dell’Alcantara e Francavilla per scollinare a Sella Mandrazzi a quasi 1200 mt s.l.m.: salita lunga e quindi impegnativa, ma anche molto pedalabile con pendenze che raramente superano (di poco) l’8%. Nel mezzo, a 100 Km dalla partenza, bisogna affrontare 36 km da percorrere in circa due ore e mezza  su suolo pianeggiante passando dalla splendida location di Giardini Naxos. Arrivare alla salita, dunque, non è affatto semplice perché si è già percorsa parecchia strada e bisogna subito dopo affrontare la lunga e comunque faticosa salita di Sella Mandrazzi. Necessaria un’ottima preparazione, un’alimentazione curata durante il giro e buone doti di fondo.

Ultima cosa da ricordare, forse la più importante: si starà in bici almeno per 8 ore! Sarete pronti?